90 anni di Radioamatori a Ferrara

 

Il 9 Dicembre 1923, più di novant'anni fa, prendeva vita ufficialmente la "Società Ferrarese Amici delle Radiocomunicazioni".

Il radio club di Ferrara otterrà il nominativo governativo I1AA, il primo rilasciato ad una associazione di  appassionati, e potrà trasmettere dalla torre di nord-ovest del Castello Estense.

La Società Ferrarese Amici delle Radiocomunicazioni, confluirà nel 1927, assieme a similari entità di altre città, nell'Associazione Radiotecnica Italiana, ora ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI.

Possiamo ben dire che gli Amici delle Radiocomunicazioni siano i "progenitori" della nostra Sezione, il che fa di Ferrara una delle più antiche Sezioni ARI d'Italia, avendo preso vita contestualmete all'Associazione di cui siamo attualmente parte.

I novant'anni della Società Ferrarese Amici delle Radiocomunicazioni sono quindi una celebrazione della Sezione di Ferrara, in quanto nostri "avi", dell'ARI Stessa, in quanto padri fondatori e, soprattutto, della città di Ferrara COME CITTÀ CULLA DEL RADIANTISMO ITALIANO.

ARI Ferrara ha celebrato i propri novant'anni condividendo con la Città di Ferrara il proprio patrimonio di cultura radiantistica, organizzando, ad alcune decine di anni di distanza dall'ultima iniziativa similare, una nuova mostra dal titolo "Ferrara e i suoi Radioamatori - 90 anni di radiotelegrafia all'ombra del Castello Estense" tenutasi dal 4 al 6 aprile 2014, in collaborazione con la Provincia di Ferrara e con il patrocinio della Fondazione Marconi e del Comune di Ferrara

Il "fil rouge" del progetto è stata la TELEGRAFIA, una nobile arte che il Movimento Radioamatoriale mondiale sta cercando di salvaguardare promuovendone l'inserimento nel Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

 

Dario Grossi

Presidente ARI FERRARA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

GIANGIACOMO FABBRI, I4FGG, (HR ARI #466), FERRARESE DOC, DA DECENNI CONTRIBUISCE AL RECUPERO ED ALLA CONSERVAZIONE DEI RICORDI DEI SUPERSTITI DI QUEL TEMPO E DEI CIMELI DI CHI NON C'È PIÙ. RECENTEMENTE HA CREATO PER LA SEZIONE ARI DI FERRARA, DI CUI È PRESIDENTE EMERITO, UN BREVE ESCURSUS SUI FATTI SALIENTI DELLA STORIA RADIANTISTICA DI FERRARA. QUEST'OPERA È CONSEGNATA A TUTTI I NEO ISCRITTI DELLA SEZIONE ARI DI FERRARA PERCHÈ VENGA DIFFUSA, CONSERVATA E TRAMANDATA LA CONOSCENZA DELLA GRANDE TRADIZIONE RADIANTE FERRARESE.

L'OPERA È SCARICABILE IN FORMATO PDF, TRAMITE LA PAGINA DEL NOSTRO SITO

LA NOSTRA STORIA (I4FGG)